Italiani, popolo di risparmiatori

 In Educazione finanziaria, Risparmi

Risparmiare oggi è la cosa più sciocca che si possa fare, vista la scarsa remunerazione dei depositi bancari e postali. Investire, per contro, è diventato sempre più difficile.Sono passati pochi decenni da quando si celebrava la “Giornata del Risparmio”, un appuntamento nel quale si promuoveva il risparmio in tutte le sue forme, arrivando a distribuire porcellini salvadanaio per educare i più giovani al risparmio.

Dalle più remote zone rurali alle grosse città, l’italiano ha sempre recepito in modo molto positivo il messaggio e ha risparmiato, risparmiato, risparmiato. Poi è arrivata la crisi del 2008, ribattezzata oggi la Grande Recessione, e le carte in tavola sono cambiate molto velocemente. Di colpo ci si aspetta che gli italiani spendano di più, per far ripartire un’economia segnata da una crisi che si è dimostrata peggiore di quella americana del 1929. Nel 1929 infatti, la crisi fu molto più profonda ma più breve. Oggi, malgrado la sua relativa superficialità, la crisi sta tenendo banco da troppo tempo, dimostrandosi di gran lunga peggiore di quella americana.

La realtà odierna è che, tenendo i soldi sotto il materasso o in banca, non si contribuisce a quel processo “reddito/spesa” che fa girare l’economia che, di colpo, è diventata stagnante.Oggi mettere le monetine nel salvadanaio non farà più di voi un buon risparmiatore ma un pericoloso sabotatore dell’economia. Che sia per questo che le banche non riconoscono più interessi sui depositi e, anche quando lo fanno, se li riprendono con spese al limite della decenza?

Chi vorrà continuare a giocare a questo gioco dovrà imparare le nuove regole oppure dovrà aspettarsi delle brutte sorprese. Brutte sorprese che costeranno molto care.

Recommended Posts
Scrivimi

Se vuoi maggiori informazioni sui nostri percorsi di formazione finanziaria, scrivimi. Ti risponderò al più presto.

Non distingui le lettere del Captcha? Cambialo! captcha txt
0

Inizia a digitare e premere Invio per la ricerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Li usiamo solo per offrirti servizi migliori! maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi