Cosa sono i Pronti Contro Termine (PCT) e quando sceglierli.

 In Educazione finanziaria, Investimenti

Una volta deciso l’importo da indirizzare mensilmente al risparmio dovremo scegliere dove destinare i nostri risparmi, che so, su un conto deposito, un piano di accumulo di capitale o ancora i pronti contro termine (PCT), si tratta in tutti e tre i casi di prodotti finanziari a bassissimo rendimento, utili per lo più a crearsi un capitale di sicurezza che una volta ampliato potrà essere scaglionato in capitale di investimento a diversi livelli di rischio.

Lo scenario generale non offre rendimenti allettanti in nessuna direzione ci si volti, tantomeno per i piccoli risparmiatori, ciò è dovuto soprattutto alle manovre sui tassi di interesse della Banca Centrale Europea che con l’intento di stimolare il credito al fine di uno sviluppo economico, tiene bassi i tassi sui mutui e di conseguenza il costo del denaro resta basso, in verità i tassi per chi chiede in prestito sono sempre alti ma per chi desidera lasciare i soldi in banca con la speranza che fruttino…bè conosciamo tutti quali proverbi girano sulla speranza!

Quel che ho capito è che partendo da zero non si può arrivare a rendimenti soddisfacenti senza prima stringere i denti attraverso questi strumenti di ripiego.

Ma tornando ai pronti contro termine (PCT), cerchiamo di capirne di più.

Prima di tutto i pronti contro termine (PCT) sono un contratto che il risparmiatore (donatore di liquidità) stipula con la banca (venditore di titoli), questo contratto ha solitamente valenza di pochi mesi, si può protrarre al massimo per un anno (in base alla scelta del risparmiatore) e comportano l’accordo che, alla scadenza, la banca restituisca al cliente il denaro ricevuto maggiorato del rendimento.

Non si possono estinguere anticipatamente i contratti dei pronti contro termine (PCT) se non con il pagamento di una penale, il rendimento è dato dalla differenza tra il prezzo di riacquisto e quello iniziale di vendita. I titoli sottostanti dei pronti contro termine possono essere i titoli di stato o anche obbligazioni scelte dalla banca stesso, quindi il rendimento alla scadenza sarà tassato in maniera differente a seconda che si tratti di titoli di stato (12,50%) o di obbligazioni (26%).

Questo strumento di raccolta bancaria offre un rendimento leggermente più elevato rispetto ai conti deposito ma richiede l’apertura di un conto titoli e magari non a tutti piace quest’idea, il conto titoli prevede il pagamento dell’imposta di bollo (applicata anche ai conti correnti) che per le persone fisiche è fissata a euro 34,20 per giacenze superiori ai 5.000 euro (ne sono esenti le giacenze inferiori a questo importo).

I pronti contro termine (PCT) sono dunque uno strumento di investimento semplice che offre i suoi pro e i suoi contro, come del resto tutti gli altri strumenti presenti sul mercato, sta a noi valutare e decidere se fanno al caso nostro oppure no, è importante scegliere con attenzione la banca a cui vogliamo rivolgerci perché in caso di fallimento dell’istituto i pronti contro termine non sono coperti dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi fino ai 100.000 euro, quindi ricordiamoci che prevenire è meglio che curare….sempre!

Non bisogna temere di recarsi in banca e chiedere informazioni, esistono anche dei conti online con costi più contenuti, con un po’ di pazienza si possono raccogliere le informazioni che ci servono e annotarle per poi confrontare le varie soluzioni. Non lasciamoci intimorire dall’impiegato allo sportello, chiedere è un nostro diritto, la banca è come un qualsiasi altro negozio e siamo liberi di uscire senza aver acquistato nulla, rendiamoci conto che spesso si entra in banca per chiedere un mutuo o un prestito con molta più leggerezza che per avere delucidazioni sui metodi di risparmio e investimento.

Sarà difficile trovare uno strumento perfetto come noi lo desideriamo perciò non escludiamo tutto a priori, si può provare per un periodo e se proprio non ci soddisfa, allo scadere non si rinnova il contratto, tutto fa esperienza e tutto servirà al nostro bagaglio di conoscenza finanziaria. In questa fase di accumulo di capitale serve anche accumulare nozioni, conoscenza e dimestichezza con gli argomenti di finanza in modo che quando si avrà una somma investibile avremo più chiaro dove orientarci.

Diventare risparmiatori meticolosi sarà un piacere, tutto sta nell’entrare in quell’ottica di salvataggio dei nostri soldi in cui si presterà più attenzione agli acquisti realmente necessari e quelli invece superflui, alla destinazione di quella quota di risparmio che periodicamente decideremo di aumentare (magari ogni anno o due), alla scoperta e alla scelta degli strumenti finanziari a nostra disposizione, alle strategie di investimento e alla conoscenza delle leggi di tutela del risparmiatore.

Abbiamo tutti un dispositivo elettronico connesso a internet in tasca, anziché concentrarci solo sui social e sulle immagini animate del “buongiorno” e della “buonanotte”, usiamolo per fare ricerche sui dubbi e le curiosità che ci bloccano dal volerci avvicinare ai temi di finanza personale.

Le mie sono parole scritte da donna e da mamma perché con tutta onestà, nonostante l’anno attuale sia il 2017, ci sono ancora donne che non hanno mai messo piede in una banca e non sanno cosa significhino i termini conto corrente, tasso d’interesse, spese tenuta conto, inflazione eccetera, se succede che per causa di forza maggiore devono occuparsi dei conti di famiglia vanno nel panico.

Concludo dicendo che tutto ciò che ci è ignoto fa paura e preferiamo scansarlo ma spesso e molto più pericoloso schivare che affrontare. 

Gli ultimi articoli
Scrivimi

Se vuoi maggiori informazioni sui nostri percorsi di formazione finanziaria, scrivimi. Ti risponderò al più presto.

Non distingui le lettere del Captcha? Cambialo! captcha txt
0

Inizia a digitare e premere Invio per la ricerca

libertà finanziariaDonne iniziare ad investire
X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Li usiamo solo per offrirti servizi migliori! maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi